RSS

S -T – U – V

S

 Samuel Beckett – Waiting for Godot (inglese) (10/10)  – Chi è questo Godot che i due protagonisti aspettano e che sembra debba sempre arrivare da un momento all’altro? La storia di due uomini che nell’attesa di Godot non fanno nulla, tranne aspettare sotto un albero. Fino a quando un bambino non arriva dicendo loro che Godot non sarebbe arrivato. Ma chi è Godot? Mi piace pensare che sia semplicemente Dio (dall’inglese God)e che i due non erano semplicemente pronti per quell’incontro tanto importante. Mi è piaciuto moltissimo. Uno dei miei testi teatrali preferiti.

 Serge Dalens – Il braccialetto misterioso (9/10) – Letto molti anni fa quando ancora facevo gli scout, racconta le avventure di un gruppo scout partito per un campo e che scoprirà presto di avere un principe come ospite. Lo ricordo con affetto, mi era piaciuto molto. Adatto per gli adolescenti.

 Shakespeare – Amleto (9/10) -Ricordato quasi esclusivamente per il monologo di Amleto “essere o non essere”, in realtà questo testo ricalca il tipico stile shakespeariano. Ricco di personaggi e di intrecci di eventi, i temi di fondo sono sempre l’amicizia e l’amore, il coraggio di affrontare le vicissitudini e la morte come resa dei conti.

 Shakespeare – Macbeth (9/10) – Opera shakesperiana in cui il protagonista Macbeth si trova a vendicare il padre ucciso da chi aveva ogni interesse a prendere il suo posto sul trono. Avvincente come trama! Scelto come spettacolo da numeroso compagnie teatrali.

 Shakespeare – Sogno di una notte di mezza estate (10/10) – Obbligatorio leggerlo almeno una volta nella vita. Una trama originale, fantasiosa, con re di città e regine di posti incantati. E’ un testo ricco di personaggi e molto suggestivo. Molte compagnie teatrali ne hanno tratto grandi spettacoli.

 Silvio Muccino, Carla Vangelista – Parlami d’amore (9/10) – Un libro scritto a quattro mani. SASHA. Capelli impettinabili, un passato da perdonare, una grande voglia di vivere, un amore impossibile, la tentazione di farla finita, il desiderio di perdersi per la prima volta. NICOLE. Una rivoluzione lontana, un marito troppo premuroso, una bara di vetro in cui vive da dieci anni, la routine che la fa navigare a vista e, oltre l’orizzonte, la voglia di tornare a vivere. BENEDETTA. Un corpo scolpito, il rischio sempre accanto, la notte consumata in feste estreme, un segreto che annulla ogni sentimento, la voglia di bruciare tutto e subito, il bisogno di un amore. OLIVA. Un incidente d’auto, una clinica veterinaria, una grande casa sconosciuta, una notte di troppo al tavolo da poker, e un amico, vero. (ibs.it).. mi è piaciuto molto.. non conoscevo Muccino come scrittore ma ora mi sta molto piacendo.. anche leggendo altri libri scritti da lui e Vangelista. Molto bravi e molto bello il libro!

 Silvio Muccino, Carla Vangelista – Rivoluzione n.9 – (9/10) – L’adolescenza di Sofia nel 1964 e quella di Matteo nel 1997 non è poi così diversa. Un romanzo in cui i protagonisti si raccontano con tutti i loro problemi da adolescenti. Assolutamente non noioso ma anzi ti prende dall’inizio fino all’ultima pagina. Due protagonisti con due famiglie molto particolari, quasi opposte si può pensare con tutti i problemi che un padre assente e una madre oppressiva possono creare. Molto bello, mi è piaciuto davvero. Lo consiglio a tutti soprattutto ai giovani o a chi, ormai, ha dimenticato il periodo dell’adolescenza..

 Stephen Bowkett – The web, nel castello dei sogni (10/10) – Uno dei libri di fantascienza più belli che abbia letto. La storia di un gruppo di ragazzi a cui piace giocare ai videogiochi fino a che uno di loro non vi entra dentro senza riuscire ad uscirne. Veramente sorprendente come idea, assolutamente attuale se si pensano alle giovani generazioni! Lo consiglio a tutti, è breve e scorrevole!

fuoriSusanna Tamaro – Fuori (9/10) – Letto in quattro ore proprio per la semplicità delle storie e la corta lunghezza del libro. Non è un romanzo, sono 4 racconti e così devono essere presi. A quelli che hanno scritto pessime recensioni domanderei che cosa si aspettassero da 4 racconti se non la semplicità, la sintesi dei fatti e la corta lunghezza degli stessi. Personalmente non li ho trocati così orrendi, anzi, non mi sono dispiaciuti soprattutto perchè tutti e tre in linea sullo stesso argomento e con protagoniste delle donne, questo era lo scopo e a parer mio ha colpito il bersaglio, che al lettore piaccia o meno!

T

 T.L. Hayden – Come in una gabbia (10/10) – Il suo nome era Kevin, ma quelli che si occupavano di lui lo chiamavano Zoo Boy. Non parlava, si nascondeva sotto i tavoli e si circondava di una gabbia di sedie. La maestra dei casi difficili però riesce a comprendere che cosa si nasconde dietro a tutte quelle barriere.. quale trauma tiene legato Kevin al passato in modo così distruttivo. La adoro!!

 T.L. Hayden – La figlia della tigre (10/10) – Il seguito di “una bambina”, la stessa intensità nella lettura, la stessa passione di Hayden nello scrivere in modo esemplare, tanto da farci immaginare scene e particolari. Una scrittrice bravissima, delle storie vere che la vedono protagonista come maestra nelle “classi speciali”.

 T.L. Hayden – Una bambina (10/10) – Sheila fu assegnata alla classe di Torey Hayden per “bambini speciali” all’età di 6 anni dopo aver legato a un albero un bambino di 3 anni e averlo gravemente ustionato. UNA BAMBINA è la storia di Torey Hayden del suo tentativo di fare emergere le incredibili capacità di questa bambina torturata. Alcune parti di questo libro – le orribili molestie sessuali – vi faranno arrabbiare. Altre – la tranquilla descrizione fatta da Sheila della sua rabbia, paure e dubbi – vi faranno piangere. E altre parti ancora – la graduale presa di coscienza di Sheila delle proprie capacità – vi rallegreranno. (New York Times Book Review).. non mi sento di aggiungere altro, il NYT ha detto già tutto! Leggetelo!

 T.L. Hayden – Una bambina e gli spettri (10/10) – Come nuova insegnante in una cittadina del Midwest, Torey incontra Jadie, una bambina di otto anni così ferita dagli eventi della sua vita da credere di essere un fantasma. Tra Torey e la bambina cresce una relazione fragile, dagli equilibri delicati, ma più Torey si sforza di svelare il mistero del dolore di Jadie, più la storia della bambina diventa spaventosa. Le cose che racconta a Torey, siano esse oscure o decisamente scioccanti, portano a una serie di indizi di un vero giallo tinto di paura e fantasia. Più Torey apprende, più il puzzle della vita di Jadie al di fuori della scuola si fa complicato. Le preoccupazioni della bambina rispetto a strani simboli e atti sessuali perversi sembrano indicare un’interpretazione che Torey non è tanto disposta a riconoscere. è possibile che Jadie sia vittima di abusi rituali? O di abusi sessuali spaventosi? O si tratta dell’immaginazione malata di una bambina gravemente disturbata? (Torey Hayden Website).. che dire? Intenso e appassionante. Da leggere!

  Theresa Tomlinson  – Danzando nell’ombra (6/10) – Libro adolescenziale di una ragazzina che trova un pozzo.. ricordo che non mi fece impazzire neanche quando lo lessi tanti anni orsono.

 Tinina Amadei – L’assistente sociale allo specchio (9/10) – Consigliato a tutti coloro che sono o saranno Assistenti sociali.. ma anche a chi questa idea non l’ha nemmeno sfiorato!

Chi è l’Assistente sociale? Cosa fa? .. Un testo in cui gli Assistenti sociali, attraverso la tecnica dell’intervista, si presentano come persone e come professionisti. Un testo in cui i professionisti che maggiormente collaborano con gli Assistenti sociali raccontano il particolare rapporto fra professionisti di campi diversi ma comunque tenuti a collaborare per il comune obiettivo. Alle interviste precede, inoltre, un caso di realtà e la diversa percezione dell’utente e dell’assistente sociale.
Un testo molto realistico perché non presenta solo le corde positive della professione ma anche, e soprattutto, quelle negative, dagli stereotipi alla reale incapacità.

 Tracy Chevalier – La ragazza con l’orecchino di perla (10/10) – La storia una ragazza presa come domestica nella casa di un pittore che appena la vede decide di farle un ritratto, con quell’orecchino! Molto bello, molto scorrevole, e anche la storia è avvincente! Mi è piaciuto moto perché non è la solita storiella d’amore scontata!

U

 U. Rütter Barzaghi   – Un bambino piange ancora (9/10) – Cresciuta nella Germania hitleriana, Ursula Rütter Barzaghi ha trascorso i primissimi anni di vita al sicuro, tra le mura della caserma di Lubln, in Lorena, protetta dagli eventi esterni ma non dalla cintura del padre, ex poliziotto violento e dedito al bere, rapidamente inseritosi nelle file dei nazisti. Il precipitare della situazione, e la fine del conflitto, l’hanno gettata poi, insieme alla madre, alle sorelle e al fratello e a milioni di altri tedeschi, nella realtà di un Paese devastato, ridotto alla miseria e che si svegliava dall’incubo peggiore della sua storia. Il padre, nel frattempo, era scomparso “al fronte russo…”, lasciando un ricordo doloroso tanto da cancellare persino l’immagine della sua uniforme, quella delle SS. (ibs.it) Ma la domanda è: Chi è quel bambino che Ursula sente piangere tutte le notti? Intrigante.. la narrazione della guerra da chi era al sicuro perché tedesco. Molto bello!

 Ugo Foscolo – Le ultime lettere di Jacopo Ortis (9/10) – Il libro che parla di amore, dall’inizio alla fine. L’amore verso quella patria che vorrebbe difendere, l’amore per Teresa destinata a sposare un uomo che non ama. L’amore per la vita che non può avere. Letto sui banchi di scuola non posso che avere uno splendido ricordo di questo testo. Lo consiglio vivamente.

 Umberto Eco – Come si fa una tesi di laurea (9/10) – Utile per chi deve affrontare una tesi umanistica ma anche per chiunque debba scrivere una tesi scientifica. I consigli forniti sono validi e ne ho seguiti alcuni. E’ molto utile anche per chi deve fare relazioni importanti o comunque scrivere testi a sfondo didattico.

 Umberto Eco – Il nome della rosa (10/10) – Un classico della letteratura italiana, ricordo con quale trasporto e passione lo lessi, in meno di una settimana. Trama avvincente e personaggi brillanti, per me uno dei capolavori che più amo!!

V

 Valerie P. Polizzi – Dopo quel viaggio (10/10) – Un libro che ho letto con passione nonostante la giovane età che avevo (facevo la terza media)! La storia di un’avventura sessuale in nave.. e l’AIDS! Il declino della protagonista che ha deciso di reagire, che ha deciso che lei era più forte della malattia. L’amore della famiglia che non l’ha mai abbandonata. Un viaggio all’inferno per poi tornare in superficie.. anche se con l’AIDS nel sangue!

 Valerio Massimo Manfredi – Il tiranno (10/10) – Manfredi e la storia come solo lui sa raccontarla. Un viaggio in Sicilia, dove i cartaginesi pretendono di conquistare tutto,finché non arriva lui, un guerriero che presto diventerà tiranno. Un testo straordinario!

 Valerio Massimo Manfredi – Lo scudo di Talos (10/10) – Le città greche come sfondo del libro, un ragazzo come protagonista, Talos, abbandonato da piccolo da una famiglia ricca perché stolto e trovato e accudito da una famiglia umile. Fino a che non bisogna combattere e Talos scoprirà che le cose non sono come gli sono sempre state raccontate. Molto bello, la storia come solo Manfredi sa raccontarla.. un passaggio di nozioni attraverso una storia!

 Valerio Massimo Manfredi – L’oracolo (9/10) – Ottima scrittura come sempre quella di Manfredi! Il romanzo è ambientato negli anni 80, particolarmente vicini rispetto agli altri  suoi romanzi. Mi è piaciuto molto, la lettura è scorrevole sebbene impegnativa. Lo consiglio molto a chi già conosce Manfredi ma anche a chi non lo ha mai letto!

 Valerio Massimo Manfredi – L’ultima legione (10/10) – Nell’anno 476 l’Impero Romano d’Occidente è sotto l’attacco delle armate del Generale erulo Odoacre. Le forze fedeli all’impero sono state annientate e l’Imperatore Romolo Augusto, un bambino di soli 13 anni, è stato arrestato, deposto e confinato a Capri. Nel frattempo a Dertona, dove sorge il castrum dell’ultima legione, la “Nova Invicta”, infuria la battaglia contro i cavalieri eruli. L’ufficiale Aureliano Ambrosio Ventidio, distaccatosi dai suoi compagni, cavalca disperatamente verso la villa del nobile Oreste per chiedere aiuto, ma la trova distrutta dagli eruli, e può soltanto ricevere l’ultima richiesta di Oreste morente: salvare e proteggere Romolo Augusto, suo figlio, ultimo Imperatore di Roma.(Wikipedia).. io ho un amore aperto per Manfredi, quindi una mia recensione sarebbe solo per lodarlo come scrittore e storico!

 Vanessa Diffenbaugh – Il linguaggio segreto dei fiori (10/10) – Una storia toccante piena di amore, delusione, contrasto e tutti gli aggettivi che i fiori possono significare. Un’abbandono che si protrae per tutta la narrazione come un peso che solo alla fine viene superato quando Victoria conosce l’amore più grande che esiste, quello di una madre verso la propria figlia. E forse proprio questo amore le fa comprendere che si può provare a recuperare il tempo e l’affetto perduto.

 Vittorino Andreoli – Carissimo amico (10/10) – Testo apprezzato in cui un uomo come Andreoli ha la capacità di farti pensare. Il suo amore per la vita e per l’uomo traspare nel testo. Il suo bisogno di spiegarti perché la droga fa male, non un mero avvertimento, ma una spiegazione, un racconto, un saggio in cui trasmette il suo disappunto verso ciò che uccide la cosa più importante: la vita. E lo racconta come si racconta qualcosa ad un amico. Con la stessa passione.

 Vittorino Andreoli – Lettera a un adolescente (10/10) – Un Vittorino Andreoli sincero e franco come sempre. La passione con cui svolge il suo lavoro e con cui cerca un dialogo con il lettore, è alla base di tutta la lettera. Lettera scritta per un pubblico adolescente ma che farebbe bene a tutti, ai genitori in modo particolare che spesso e volentieri si dimenticano di essere stati adolescenti a loro volta. Mi piace moltissimo lui e il modo con cui trasmette il suo sapere!

Annunci
 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: