RSS

D – E – F

Tutti i giudizi sono prettamente soggettivi!

D

voci dacia marainiDacia Maraini – Voci (7/10) – Mi aspettavo molto di più e credo che proprio la mia alta aspettativa mi abbia tradita. Non vedevo l’ora di finirlo.. Il tema è molto interessante ma la storia, personalmente sarebbe potuta essere raccontata meglio.. troppe “situazioni” buttate lì e poi non portate avanti, come il personaggio di Marco.. giocare con le bugie per poi non capire realmente la verità.. Proverò a leggere qualcos’altro della Maraini perché questo era il suo primo romanzo che leggevo e spero di ritrovare una lettura migliore di questa. Purtroppo, sinceramente, non lo consiglierei.

 Daniel Pennac  – Diario di scuola (9/10) – Da Pennac mi aspettavo qualcosa in più.. a tratti molto divertente e realistico.. ad altri noioso. La storia di un insegnante alle prese con i suoi alunni che non sempre, anzi quasi mai, amano la scuola.

 Daniel Pennac  – Io e Kamo (9/10) – Uno dei libri di Pennac che preferisco. Libro adolescenziale che narra dell’odio verso i temi di scuola in cui non si sa mai cosa scrivere, finché non si va a scoprire chi è stato da bambino quel professore tanto crudele. Proprio bello!!

Se-provi-a-contare-le-stelle Daniella Carmi – Se provi a contare le stelle (9/10) – Adatto a studenti delle scuole medie. La lettura è scorrevole e i temi che ricorrono sono legati all’amicizia in tempo di guerra e a come i popoli saranno diversi ma le persone sono fatte tutte uguali. Istruttivo per i ragazzi. Non indicato ad un pubblico adulto.

 Dante – Paradiso, Purgatorio, Inferno (10/10) – Propagato fin dalle scuole medie, è in realtà un testo eccezionale se viene letto come lettura personale. L’attualità dei temi e la lettura scorrevole. Mi piace molto leggerlo accompagnata da Benigni, dalla sua voce che recita impeccabilmente.

 David Ambrose – L’uomo che credeva di essere se stesso (9/10) – Alquanto inquietante è una buona lettura di fantascienza. Il protagonista che si sveglia dopo un incidente stradale e tutto è cambiato. La sua vita è cambiata, la sua famiglia è cambiata. E una voce nella testa che lo assilla. L’avevo comprato senza alcun motivo, ma lo trovo una buonissima lettura alternativa.

 David Nicholls – Un giorno (10/10) – All’autore direi: “Sei un genio! mi hai proprio fregato, cazzo! Sul più bello hai sganciato la bomba lasciandomi in lacrime con il dolore di qualcun’altro!” Impegnativo, intenso, carico di emozioni e di eventi. Non penso adatto a tutti perché comunque impegnativo sia come contenuti che come lunghezza (sfiora le 500 pagine)! Per chi ha la voglia di iniziarlo incontrerà due personaggi apparentemente diversi ma realmente alla ricerca della stessa cosa: una vita felice insieme! Commovente, ho pianto per le ultime 50 pagine! Mi è piaciuto davvero molto e lo consiglio a chi non si accontenta di una lettura leggera!

 De Foe – Le avventure di Robinson Crusoe (9/10) – Chi non ha mai letto un passo, o visto un film tratto da questo testo? L’edizione integrale fa apprezzare dei momenti e si dilunga a volte troppo in altri. L’incontro con Venerdì, che dire! Attualissimo per l’uomo che si perde, senza la necessità di andare su un’isola deserta, e che solo con un Venerdì può ritrovarsi.

il giocatore Dostoevskij – Il giocatore (10/10) -Nonostante sia considerato il suo testo peggiore, mi è piaciuto veramente tanto. Giocare d’azzardo e perdere tutto. Dostoevskiy mi piace moltissimo!!

 Dostoevskij – L’adolescente (10/10) – Uno dei libri che apprezzo di più. Pensieri profondi lo percorrono e lo stile tipico russo di Dostoevskiy lo rende ricco di personaggi e con un intreccio di eventi a cui bisogna porre attenzione se non si vuole perdere il filo. Assolutamente eccezionale!

E

 Emile Durkheim – Il suicidio (9/10) – Un saggio sociologico sul suicidio. Chi, in quale periodo e perché, si suicida? Più uomini o più donne? Più religiosi o più atei? Persone che vivono al sud o al nord? Persone ricche o povere? Durkheim si porrà domande di ogni tipo e tutte con una risposta ben precisa. Letto per un esame universitario è stato molto interessante anche a livello personale.

 Enzensberger – Il mago dei numeri (7/10) – Molto scolastico, poco piacevole!

 Ernest Hemingway – Il vecchio e il mare (6/10) – Sarà anche un classico e ricco di significato, ma assolutamente noioso nonostante sia un testo corto. Per niente piaciuto!!

 Erri De Luca – Il giorno prima della felicità (9/10) – Bello! Il rapporto che si intesse fra i due protagonisti è quello esemplare che un padre dovrebbe avere con un figlio e questo si capisce fin dalle prime pagine. La storia della guerra di sottofondo e un amore nato nell’infanzia che raffiora! Non è un testo pesante e credo possa essere letto da tutti!

storia di irene Erri De Luca – Storia di Irene (9/10) – Tre storie di “mare”, la più lunga (per quanto possono essere lunghe 66 pagine)è la storia di Irene, orfana raccolta in mare dai delfini e che a quattordici anni, incinta, lascia la sua storia ad un viaggiatore. Brevi e intensi i racconti di Erri De Luca.. forse a volte troppo brevi per me che non faccio in tempo ad affezionarmi ai personaggi che il racconto è finito. Scorrevole e ben scritto come tutti i suoi libri..

F

 Fabio Geda – L’esatta sequenza dei gesti (9/10) – Un bellissimo libro ma che pecca di superficialità in alcuni punti. Avrei voluto percepire di più il dolore, la sofferenza, la paura così anche come l’amore, il desiderio e il senso di amicizia e di intimità. Le storie raccontate da Geda non possono che toccare il cuore e i personaggi, presumibilmente veri, sono carichi di emozioni che si percepiscono ma che non vengono mai a galla (o poco e insufficientemente). Lo consiglio certamente per chi lavora nel sociale, per chi non ci lavora potrebbero sorgere delle domande spontanee circa i ruoli, i compiti e le mansioni che Geda non accenna a spiegare. In conclusione, ottima la storia, ottimi i personaggi, potrebbe migliorare la profondità del testo mentre mi piace lo stile e il testo è scorrevole.

 Fabio Geda – Nel mare ci sono i coccodrilli (8/10) – Testo che in alcuni momenti emoziona molto.. ci sono delle profonde verità che una vita dura come quella di Enaiat fa venire a galla! Poco ricco di particolare, sicuramente per scelta, non mi ha fatto godere a pieno alcuni momenti di cui avrei voluto sapere qualcosa in più. Geda è stato comunque molto bravo nel trascrivere questa esperienza di vita, senz’altro molto dura!

 Fabio Volo  – Il giorno in più (10/10) – Una storia d’amore che inizia in un tram e prosegue a Manhattan. Il coraggio di un uomo di osare, di rendersi ridicolo pur di seguire un istinto.. un istinto d’amore! Nel romanzo l’autore cresce e da ragazzo che non vuole responsabilità, diventa un uomo che desidera accollarsi la responsabilità più grande: un’altra vita! Ma questo cambiamento non è possibile senza l’aiuto di Michela che lo aiuta in questo processo di crescita in cui il nostro Giacomo riesce ad esprimersi liberamente senza se e senza ma. “Il problema non è quanto aspetti, ma chi aspetti”. Giacomo e Michela si ritrovano per intraprendere un viaggio ancora più difficile del semplice amarsi.

 Fabio Volo  – Il tempo che vorrei (10/10) – Ci sono due amori diversi che Lorenzo, il protagonista, non sa vivere, quello per un padre che non è mai stato presente e con una donna che l’ha lasciato. E’ così difficile lasciarsi andare e provare i sentimenti forti? Come sempre Fabio Volo scrive per persone che vanno dai 20 ai 50 anni, trattando temi cari a tutti.. Da leggere!!

il grande gatsby Francis Scott Fitzgerald – Il grande Gatsby (9/10) Letto dopo aver guardato il film che sinceramente per la prima volta mi ha entusiasmato molto più del libro. La trasposizione dal libro al film è molto fedele e sicuramente consiglio molto il libro come consiglio moltissimo il film.

 Fred Uhlman – L’amico ritrovato (10/10) – Poche pagine che appassionano sia il pubblico adulto che gli adolescenti.. perché il problema del nazismo non ha età e questo libro riesce a conciliare tutte le generazioni. Un un’uomo che racconta la sua adolescenza, l’incontro con un amico e l’avvento del peggiori dei periodi in Germania, soprattutto per chi, come lui, é ebreo.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: